Corona Borealis

Commento astronomico



E’ una piccola costellazione conosciuta oggi come Corona Boreale per distinguerla dalla Corona Australe (cap. 28); ha forma semicircolare. La sua sella più luminosa è a CrB, Alphecca o Gemma, di magnitudine 2,2; fra gli astronomi è molto conosciuta R CrB, una variabile a intervalli irregolari la cui magnitudine diminuisce da 6 a 14 per poi aumentare di nuovo; essa costituisce il prototipo di un tipo di stelle, dette anche novae inversae.


Catastersmi e identificazioni mitiche



La costellazione rappresenta la corona che Arianna indossò per le nozze con Dioniso; secondo una versione più rara, invece, la corona con la quale il dio sedusse Arianna, che poi la utilizzò per mettere in salvo il nuovo amore Teseo dal labirinto.
Secondo un altro racconto conservato in Igino la corona era un dono di Afrodite al giovane Dioniso che se la tolse per scendere agli inferi alla ricerca della madre Semele.