Hydra, Crater, Corvus

Commento astronomico



E' la più estesa delle costellazioni attuali: il Serpente d'acqua ha la testa a sud del Cancro e la coda fra Bilancia e Centauro:
E' di debole luminosità; la sua stella più brillante è a Hya, Alphard, “la solitaria” di magnitudine 1, 9.
E' una costellazione contenuta quasi interamente nell'emisfero australe, per questo alle nostre latitudini si presenta sempre piuttosto bassa sull'orizzonte.


Catasterismi e identificazioni mitiche



I Catasterismi raccontano che la costellazione rappresenta i protagonisti di una favola. Inviato a prendere acqua per un sacrificio, il corvo vide vicino alla fonte un fico carico di frutti non ancora maturi e rimase ad aspettare che maturassero per poterseli mangiare. Resosi conto dell’errore portò con sé anche l’Idra (il serpente d’acqua) che viveva nella sorgente, per accusarlo di bersi ogni giorno tutta l’acqua. Apollo lo punì facendogli soffrire la sete per il tempo in cui era rimasto alla sorgente. Per questo i tre protagonisti: il corvo, la coppa dell’acqua e l’idra stanno in cielo a ricordare l’episodio e il corvo non può avvicinarsi alla coppa né bere.
Secondo altre versioni il Corvo sarebbe quello che informò Apollo sull'amore di Coronide per un mortale; il cratere sarebbe quello che fu servito a Demofonte pieno di vino e del sangue delle sue figlie oppure il recipiente in cui Oto ed Efialte richiusero Ares oppure il recipiente in cui Icario servì del vino per la prima volta.