Sagittarius

Come il Capricorno anche il Sagittario è costellazione di origine babilonese, conosciuta come il Gigante re della guerra (PA.BIL.SAG o l'antico dio arciere Negal) e a volte rappresentata come un centauro alato e quadrupede.
Nella nostra epoca il Sagittario ospita il sole durante il solstizio d'inverno.
Osservato dalla terra, il centro della nostra galassia, la Via lattea, si trova nella zona occupata da questa costellazione, che perciò appare densa di ammassi stellari e nebulose. La stella più luminosa della costellazione è e Sgr, Kaus Australis di magnitudine 1,8. La parte centrale della costellazione è conosciuta anche come la Teiera.
L'interpretazione della figura come Croto, un personaggio pochissimo trattato in letteratura, è di Eratostene e non ha avuto fortuna, ma è conservata nelle illustrazioni di alcuni manoscritti di Aratea, cf. NLW 735C, f.10v , fig. 1 e Vat. Gr. 1087, fig. 5.

L'asterismo conosciuto come Corona australe che si trova ai piedi del Sagittario è chiamato Barca nei Catasterismi, probabilmente su eredità egiziana e scarsamente considerato negli illustratori.