London, British Library, ms. Cotton Tiberius B. V.

Nome:London, British Library, ms. Cotton Tiberius B. V.
Istituzione:London, British Library
Luogo d'origine:Inghilterra
Secolo:XI
Data:fine X-inizio XI sec.
Scrittura:

Ms. pergamenaceo di origine inglese, scritto tra il 991 e il 1016. Contiene testi di computo, calendari, tabelle storiche, testi astronomici e geografici.

I testi di argomento più strettamente astronomico, ai ff. 30-54 (De nominibus stellarum, Aratea di Cicerone, excerpta da Plinio, Macrobio, Marziano Capella) corrispondono esattamente a quelli contenuti nei codici London, British Library, ms. Cotton Tiberius C. I., London, British Library, ms. Harley 647, London, British Library, ms. Harley 2506.

Contenuto:

ff. 1r-1v: indice.

f. 2r: schemi astronomici.

f. 2v: tabelle computistiche (regulares feriarum secundum Romanos), corredate da un testo De singulis mensibus.

ff. 3r-8v: Kalendarium metricum. Ogni pagina reca in alto l'illustrazione del singolo mese e in basso quella del corrispondente segno zodiacale.

ff. 9r-19r: tabelle computistiche, con testi esplicativi, per il calcolo dei cicli lunari, della data della Pasqua e delle altre feste mobili. Contiene, tra gli altri, testi di Beda (De concordia mensium, f. 15r; excerptum dal De temporibus, ff. 16v-17r), Ausonio (Versus de singulis mensibus, f. 16v), Teofilo di Alessandria (f. 17r).

ff. 19v-24r: tabelle storiche, contenenti fatti e fondazioni della storia inglese, e un racconto del viaggio a Roma di Sigerico, arcivescovo di Canterbury.

ff. 24v-30r: Beda, De temporibus.

f. 29r: carta delle zone del mondo.

[dopo il f. 29 si trovava un planisfero astronomico, oggi perduto: ne dà notizia Wanley, nel suo catalogo del 1705]

f. 30r: Oratio ad sanctam Trinitatem.

f. 30r: De sole et luna.

ff. 30r-32r: De nominibus stellarum.

ff. 32v-49v: M. Tulli Ciceronis Aratea cum scholiis, corredato da 27 immagini di costellazioni.

f. 49v: altri testi astronomici (De concordia [cursus] solaris et lunaris, De concordia maris et lunae).

ff. 49v-51r: excerptum dal libro XVIII della Naturalis Historia di Plinio (De praesagiis tempestatum).

ff. 51r-52r: excerptum dal Commentarium in Somnium Scipionis di Macrobio (De mensura et magnitudine terrae).

ff. 52r-52v: excerpta dal De nuptiis di Marziano Capella (De mensura lunae, Quomodo [magnitudo] terrae deprehensa est).

ff. 52v-54r: excerpta dal libro II della Naturalis Historia di Plinio (De positione et cursu septem planetarum, De intervallis earum, De assidibus earum, De cursu earum per zodiacum circulum).

f. 54r: Dimensio caelestium spatiorum secundum quosdam.

ff. 54r-54v: excerptum dal Commentarium in Somnium Scipionis di Macrobio (De mundano anno).

ff. 55r-56r: fragmentum rhytmicum de sancti Nicolai gestis.

f. 56v: carta del mondo.

ff. 57r-73r: Prisciano, Periegesis.

ff. 73r-73v: fragmentum rhytmicum de sancti Nicolai gestis.

ff. 74r-76v: frammenti di vangeli e documenti in lingua anglosassone, probabilmente risalenti all'VIII sec.

f. 77r: fragmentum rhytmicum de sancti Nicolai gestis.

ff. 77v-78r: bianchi (alcune annotazioni di mano posteriore).

ff. 78v-87v: De rebus in Oriente mirabilibus, in latino e inglese, con 38 illustrazioni di mirabilia.

Bibliografia: Saxl vol. III (Saxl-Meier 1953), pp. 119-128.

Testi contenuti

Autore: Fabio Guidetti