Ursa Minor


Non è una costellazione particolarmente luminosa (nessuna delle sue stelle va oltre la magnitudine 2), ma è molto conosciuta per la sua posizione: ospita la stella oggi più vicina al polo (a UMi), la stella polare.
Al tempo in cui la usavano i Fenici e a partire dal 1200 a.C. circa, invece, la stella più vicina al polo (ma in realtà sempre distante da esso parecchi gradi) era b UMi, Kochab.

Il nome Cinosura, coda di cane, allude alla sua forma spirale e al fatto che si vede girare intorno al polo e a sé stessa. Né Omero né Esiodo la rammentano mai; Callimaco (frg. 191.54 sgg. Pfeiffer) ne attribuiva la definizione allo scienziato Talete di Mileto: “di lui si diceva che avesse fissato la figura stellata del Carro con la quale i Fenici guidano le navi”.

Arato (Phaen. 40-44) sottolinea il fatto che è piccola e poco luminosa rispetto all'Orsa maggiore, ma la definisce “migliore per i naviganti, perché compie la sua rivoluzione con un giro più piccolo' e dice che 'grazie ad essa anche i Sidonii navigano con rotte precisissime”.