Certissima signa è un portale realizzato all'interno del progetto di ricerca sui Manoscritti astronomici illustrati della Scuola Normale Superiore di Pisa (http://www.sns.it/ricerca/lettere/manoscrittiastronomici).
Esso nasce dall'esigenza di offrire agli studiosi un luogo di incontro virtuale che raccolga informazioni sui manoscritti astronomici illustrati di età medioevale e sulle tematiche di studio connesse, a partire dalla analisi dei testi e delle illustrazioni.
Molte istituzioni hanno iniziato a riprodurre in forma digitale e a rendere accessibili sul web i propri manoscritti, spesso corredando le riproduzioni di schede di descrizione del manoscritto, ma manca finora un sito generale di riferimento che permetta una visione di insieme del materiale con una guida critica per gli utenti.

La prima fase del progetto è dedicata ai manoscritti di Aratea (traduzioni latine del poema greco Fenomeni di Arato di Soli, vissuto nel III sec. a.C.).

Nel mondo romano i Fenomeni sono stati tradotti molte volte: da Cicerone, Ovidio, Germanico tra il I sec. a.C. e il I sec. d.C.; da Avienio nel IV sec.; e ancora nell'VIII sec. da un anonimo monaco del monastero francese di Corbie, la cui traduzione è conosciuta come Aratus Latinus, o meglio Aratus Latinus Primitivo, dal momento che ne esiste anche una versione revisionata (Aratus Latinus Revisionato o Recensio Interpolata) di età carolingia.

Alcune di queste traduzioni (quelle di Cicerone, di Germanico e l'Aratus Latinus) ci sono state tramandate nei manoscritti corredate da illustrazioni, che per lo più rispettano le iconografie descritte nei testi e in alcuni casi conservano evidente traccia dell'antichità dei loro modelli. La serie più ricca di manoscritti di Aratea illustrati riguarda la traduzione di Germanico.

A questi testi, che costituiscono gli Aratea propriamente detti, vanno aggiunti i manoscritti del De Astronomia di Igino (I sec. a.C.-I sec. d.C.): egli riprende infatti gli stessi materiali di commento ad Arato e di introduzione generale all'astronomia usati in alcune edizioni di Germanico (noti come Scholia Basileensia) e riprodotti ancora nell'Aratus Latinus. Questi materiali si fanno risalire ad Eratostene di Cirene, autore nel III sec. a.C. di un trattato astronomico (i cosiddetti Catasterismi o Astronomia); per questo motivo anche i manoscritti illustrati di Igino sono inclusi nel database.

Ancora alla tradizione aratea, per il testo e per le illustrazioni, sono da riferire due brevi opere di epoca altomedievale, il De signis caeli e il De ordine ac positione stellarum in signis, il primo derivante dall'Aratus Latinus, il secondo dai materiali di commento presenti nei manoscritti di Germanico.

Una sezione riservata ai manoscritti astronomici arabi è prevista in una seconda fase del progetto.

Il gruppo di ricerca organizza regolarmente seminari.




NEWS




Sono usciti gli atti della seconda giornata di studi del gruppo di ricerca

Poesia delle stelle tra antichità e medioevo a cura di F. Guidetti, Edizioni della Normale, Pisa 2017
indice
«Su di me allarga le tue ali come le Stelle Imperiture»:
gli astri nella poesia egiziana antica
Daniele Salvoldi 11
«Vaghe stelle dell’Orsa».
Un nuovo frammento di lirica corale?
Filippomaria Pontani 39
Lo σφαιρικὸς λόγος del Περὶ τῆς Νεστορίδος di Asclepiade
di Mirlea (F 4 Pagani): problemi testuali e interpretativi
Davide Amendola 51
Gli inverni delle Pleiadi: lessico astronomico
nel λόγος οὐράνιος dell’Assioco e nell’Accademia ellenistica Mariella Menchelli 87
«A Ioue Musarum primordia».
I frammenti degli Aratea di Cicerone
Silvia Ottaviano 161
La descrizione dell’Ofiuco negli Aratea
di Cicerone (frgg. 14-15 Soubiran)
Daniele Pellacani 187
Aspetti della mitologia celeste negli Aratea
di Germanico: a proposito di Engonasi, Orse, Auriga
Anna Santoni 203
Nel solco di Arato: lasciare il segno scrivendo con le stelle.
Esempi da Apollonio, Virgilio, Valerio Flacco e Stazio
Cristiano Castelletti 231
Manilio e la teologia del Principato.
Per l’interpretazione di Astronomica 1,798-804
Fabio Guidetti 263
Avieno, Arato e i Catasterismi
Emanuele Berti 301
Osservazioni sulla metrica del Περὶ Καταρχῶν di Massimo
Luca Ruggeri 337
Filologia, mitologia e astrologia nel Περὶ Καταρχῶν di Massimo Nicola Zito 375
«Il cielo e il firmamento sopra di noi». Astronomia,
fede e ragione nel siriaco Libro della causa di ogni causa
Simone I.M. Pratelli 387



Certissima signa. A Venice Conference on Greek and Latin Astronomical Texts
a cura di Filippomaria Pontani e Anna Santoni


Biblioteca Nazionale Marciana, Vestibolo, Piazzetta San Marco n. 13/a, Venezia

16 giugno 2016

13.45 Maurizio Messina (direttore Bibl. Naz. Marciana), Indirizzo di saluto

14.00 Susy Marcon - Elisabetta Sciarra (Venezia), Astronomica Marciana

session I

14.40 Klaus Geus (Berlin), Astronomy and Geography. Some unexplored connections

15.10 Jordi Pamias (Barcelona), Mitos catasterísmicos en la tradición no eratosténica

15.40 Anne Weddigen (Reims/Paris), Le diagramme astronomique dans la tradition manuscrite des Harmoniques de Manuel Bryenne

16.10 - 16.40 break

session II

16.40 Arnaud Zucker (Nice), Astronomical relevancy of illuminated constellations in medieval manuscripts of Hyginus’ Astronomy

17.10 Alena Hadravova (Prag), Star myths in the so-called Vatican Mythographers I–III

17.40 Petr Hadrava - Alena Hadravova (Prag), Cristannus de Prachaticz's treatises on the astrolabe:a computer method for preparation of critical editions and statistical treatment of variant readings in apparatus

18.10 - 18.30 discussion


17 giugno 2016

session III

9.00 Anna Santoni (Pisa), De signis coeli and De ordine ac positione stellarum in signis: two star catalogues from the Carolingian Age. Analogies and differences

9.30 Fabio Guidetti (Berlin), Texts and illustrations in Venice, Biblioteca Nazionale Marciana, ms. VIII 22

10.00 Francesco Bertola (Padova), Astronomical Tubes

10.30 - 11.00 break


session IV

11.30 K. Lippincott (London), Hyginus, Michael Scot and the tyranny of technology in the early Renaissance

12.00 Elisabetta Lugato - Filippomaria Pontani (Venezia), On Aldus' Scriptores astronomici

12.40 Davide Baldi (Firenze), Gli auctores antichi nella Cosmographiae introductio (1507) di M. Ringmann - M. Waldseemueller

13.10 - 13.30 discussion




Quarta giornata di studi delgruppo di ricerca


I Fenomeni di Arato, i commenti, le illustrazioni, le traduzioni. Premesse per una edizione digitale.
Scuola Normale Superiore, Pisa
Collegio Puteano, Sala conferenze
10 luglio 2015

programma
9. 30
K. Lippincott, Introduction

A. Santoni, Premises for a digital database of the Aratean tradition
M. Carloni, Problems and suggestions for a digital edition of the Aratean tradition

Discussion

11.15 coffee break

A. Hadravova, The ms. Vat. Reg. lat. 1324 and the revised version of the Aratus Latinus

M. Menchelli, The mss. Marc. gr. 476; Vat. gr. 191 and the Aratean tradition

Discussion

13.00 lunch

15.00

J. Pàmias, Aratus and Eratosthenes: from a Synoptic Robert to a Hyper-Maass

F. Guidetti, Towards a methodology for the critical edition of images: preliminary thoughts

Discussion

16.15 coffee break

16.30

A. Hadravova, P. Hadrava, Tradition of ancient Greek astronomy in the celestial globe from Bernkastel








Terza giornata di studi del gruppo di ricerca

La Musa del cielo. Gli Aratea di Cicerone e il ms. Harley 647.
Scuola Normale Superiore, Pisa
Collegio Puteano, Sala conferenze
15 e 16 dicembre 2014

Programma
http://www.sns.it/didattica/lettere/menunews/convegni/anniprecedenti/20142015/lamusa/



Un palinsesto che contiene i resti di una edizione greca di Arato con Eratostene e illustrazioni delle costellazioni, datati al VI sec.: una scoperta di eccezionale interesse, che sarà presentata per la prima volta in un seminario ristretto a Tyndale House, Cambridge il 23 ottobre prossimo

http://demoss.com/newsrooms/museumofthebible/news/scholars-discover-early-astronomicaldrawings

http://www.tyndale.cam.ac.uk/index.php?page=codex-climaci-rescriptus]



E' uscito il volume degli Atti della prima giornata di studio:

Antiche Stelle a Bisanzio. Il cod. Vat. gr. 1087, a.c. di F.Guidetti e A.Santoni,
Edizioni della Normale, Pisa 2013


Credits



Hanno collaborato alla realizzazione del portale:

Direttore del progetto:
Anna Santoni (a.santoni@sns.it)

Collaboratori:
Fabio Guidetti (f.guidetti@sns.it)
Allegra Iafrate (a.iafrate@sns.it)
Leyla Ozbek (l.ozbek@sns.it)
Victor Gysemberg (victor.gysembergh@univ-reims.fr)
Daniele Salvoldi (daniele.salvoldi@fu-berlin.de)

Realizzazione del sito:
Denis Nardin (denis.nardin@sns.it)
Giovanni Mascellani (giovanni.mascellani@sns.it)